Daricam

Arriva DARICAM, il nuovo nutraceutico del Csa per il trattamento dell’acufene

Si chiama DARICAM il nuovo trattamento dell’acufene nato dalla collaborazione tra il Centro Siciliano Acufene e l’azienda farmaceutica siciliana SuaRhe Biomedica. Dopo mesi di studio tra gli specialisti del Csa e i biologi della SuaRhe, coordinati dal dr. Ezio Aletta, è stato creato un nuovo nutraceutico, che verrà inserito nei protocolli farmacologici del Centro Siciliano Acufene.

NON SI TRATTA DI UNO DEI CLASSICI INTEGRATORI PER L’ACUFENE PRESENTI SUL MERCATO, MA È ASSIMILABILE AD UN FARMACO PER I PRINCIPI ATTIVI UTILIZZATI E PER LE FUNZIONI CHE È CHIAMATO A SVOLGERE.

DARICAM è stato prodotto dalla Suarhe Biomedica dopo un lungo periodo di studi scientifici per soddisfare precise richieste degli specialisti del Csa, che nella loro pratica medica hanno concentrato i loro studi e hanno convogliato il loro interesse su determinate funzioni svolte da alcune strutture dell’orecchio interno. Il nuovo prodotto, diversamente dai classici integratori, potrà essere venduto ai pazienti soltanto su prescrizione medica. Il DARICAM verrà prescritto dagli specialisti del Csa nel contesto dei diversi protocolli farmacologici creati dalla equipe multidisciplinare per il trattamento dell’acufene e delle sindromi vertiginose associate.

DARICAM CONTIENE COMPONENTI STUDIATI PER PROTEGGERE E MIGLIORARE LA SALUTE DEGLI ORGANI DELL’ORECCHIO INTERNO E CONTRASTARE I FASTDIOSI RONZII.

Per mantenere la funzionalità uditiva è essenziale incrementare l’afflusso sanguigno, attraverso un sistema vascolare in salute. Il nutraceutico, come da indicazione del Csa, aiuta a prevenire infezioni ed infiammazioni e allo stesso tempo incrementa il tono dei vasi e rinforza il sistema micro-vascolare degli organi dell’orecchio interno. In questo modo si aiuta il ripristino delle funzionalità dell’orecchio. Inoltre, gli estratti vegetali e le molecole semisintetiche vasotoniche, contenuti in questo nuovo prodotto, possono aiutare a mantenere la funzionalità degli organi uditivi e a contribuire ad incrementare le difese naturali nei confronti di agenti ossidativi, che possono predisporre ad alterazioni uditive.

Commenta con Facebook